Lèggere Parole: la vita delle biblioteche ai tempi del Covid

by Anna Maria Giannone

Non fermarsi, non sospendere ma essere sempre presenti è un dovere per chi ha scelto di fare questo mestiere, poco considerato ma di grande valore, di diffusione e promozione della cultura.” Seguendo questo spirito di servizio ben radicato nelle parole del suo segretario generale Filippo Giannuzzi, la Fondazione Di Vagno, come tantissime altre realtà culturali nel mondo, ha spostato on line le proprie attività, non rinunciando a tenere aperto il dibattito e viva la relazione con la comunità.

La vita delle biblioteche ai tempi del Covid, il ruolo divulgativo delle pagine culturali, la promozione della memoria attraverso gli archivi, sono i tre temi al centro degli appuntamenti di gennaio di Lèggere Parole, l’iniziativa organizzata dalla Fondazione nell’ambito de I Granai del Sapere, con la collaborazione e il sostegno della Città Metropolitana di Bari.

Dopo il primo appuntamento Diario 2020, maratona di incontri trasmessi il 29 dicembre per attraversare tutti i mesi dell’anno appena vissuto, la rassegna continua a dare voce alla cultura, alle sue politiche, al ruolo di l’incidenza della creatività nell’economia di un territorio, alle funzioni pubbliche dei luoghi di cultura, sempre nella formula dell’incontro on line trasmesso ogni martedì alle 16,30 in diretta sulla pagina Facebook di Fondazione Di Vagno, Lectorinfabula e Pagina 21.

Si parte martedì 12 gennaio con una tavola rotonda dedicata alle Biblioteche, incontro che darà voce alle principali esperienze di promozione alla lettura realizzate nelle biblioteche del Polo provinciale “Terra di Bari”. Introdotti da Annamaria Minunno, con  Filippo Giannuzzi a parlarne ci saranno Francesca Pietroforte, consigliera della Città Metropolitana per la “Biblioteca metropolitana De Gemmis” di Bari; Marianna Capozza, direttrice della Biblioteca Civica “Prospero Rendella” di Monopoli; Stefania Liverini, dirigente Area Politiche culturali, per la “Biblioteca dei bambini” di Conversano; Anna Vita Perrone, dirigente della “Teca del Mediterraneo; Clementina Tagliaferro, coordinatrice Biblioteca Ragazzi e Ragazze di Bari, Rossana Delfine, assessora con delega alla Cultura per la Biblioteca “F.De Miccolis Angelini” di Putignano e Caterina Sportelli, assessore alla Cultura, Turismo di Conversano.

Un ciclo di incontri che continuerà anche a febbraio e che – come spiega Filippo Giannuzzi – “attraverserà le varie articolazioni della promozione culturale, fino ad arrivare all’avvio delle attività de I Granai del sapere a marzo, speriamo con una inaugurazione in presenza”.

L’iniziativa rientra, infatti, nelle attività di avvicinamento all’apertura della nuova Community Library a Conversano. “Un progetto – ricorda sempre Giannuzzi – arrivato quinto fra tutti i vincitori del bando Smart-InPuglia, e che, nella filosofia dell’azione, non prevede esclusivamente una ristrutturazione degli spazi ma anche e soprattutto lo sviluppo di un’idea di biblioteca come luogo aperto alla comunità e al territorio.”

In modo particolare fra i pilastri de I Granai del Sapere, oltre alla rivista culturale on line già avviata, c’è proprio l’ampliamento delle modalità di diffusione della cultura attraverso l’utilizzo di nuovi linguaggi e nuove tecnologie. “Queste attività abbiamo dovuto sperimentarle gioco forza per rispondere alle restrizioni dovute alla pandemia – spiega Giannuzzi. La promozione culturale passa sempre di più attraverso l’uso del web e questo ci impone di ripensare ai modi di veicolare l’approfondimento culturale, non rinunciando, quando sarà di nuovo possibile, alla dimensione reale, fatta di persone che si incontrano e si guardano negli occhi”.

Gli appuntamenti di Lèggere Parole continueranno martedì 19 e martedì 26 gennaio.

You may also like